martedì 25 giugno 2013

In un paese normale...


Ieri sera parlavo con un amico. Mi chiedeva cosa ne pensassi dei 7 anni di condanna (in primo grado) a Berlusconi nel "Processo Ruby".
Gli ho risposto che non sarebbe cambiato niente e che il PD non avrebbe mai e poi mai preso la palla al balzo per eliminarlo una volta per tutte dalla scena politica, causa mancanza di attributi.
La chiacchierata è finita con una scommessa (birretta): lui sostiene che il centrosinistra nel giro di tre settimane farà cadere il Governo, io sostengo che questo Governo ancora un po' durerà.
Sento già il fresco della birra (a costo zero) che innaffia il mio palato!!!
Si, perchè non viviamo in un Paese normale, e forse normale non lo sarà mai.
In un paese normale un Berlusconi, proprietario di testate giornalistiche e televisioni, non avrebbe mai potuto governare per anni.
In un paese normale un Berlusconi, con a carico numerosi processi (passati e presenti), ed ora un paio di sentenze (in primo grado) di colpevolezza, si sarebbe dimesso da tempo (in altri stati europei ministri e politici in genere si dimettono per molto meno), e forse sarebbe fuori dal mondo politico da tempo.
In un paese normale però il partito che da "sempre" fa "opposizione" a Berlusconi avrebbe votato la legge per il Conflitto d'Interessi, e invece non l'ha mai fatto.
In un paese normale il suddetto partito non si sbrigherebbe nel dichiarare che il Governo non è in pericolo, al contrario, si sbrigherebbe nel dichiarare che una coalizione con un partito il cui leader si trova condannato (in primo grado) per concussione per costrizione e prostituzione minorile, non può continuare ad esistere.
E invece no, il Governo proseguirà il suo "cammino" (fino ad ora piuttosto immobile), PD e PDL continueranno a braccetto come niente fosse, per il "bene" dell'Italia.
Perchè l'Italia non è un paese normale, e forse non lo sarà mai.
Nonostante ciò, personalmente non ritengo Berlusconi il male assoluto e la causa della situazione politica ed economica in cui il nostro paese si ritrova.
Berlusconi è semplicemente figlio della nostra società, figlio di una sinistra inesistente, figlio di un paese in cui per avere un'opposizione credibile è necessario un Movimento creato da un Comico, figlio di tutti quegli elettori che per anni hanno votato lui e il centrosinistra, chi per mancanza di alternative, chi per lobotomia, chi per svogliatezza, chi per abitudine.
Berlusconi è semplicemente figlio di un paese non normale.
Detto ciò, ora come ora non vorrei mai e poi mai essere nei panni di un elettore del PD. Non deve essere una sensazione particolarmente positiva, passata la sbornia (effimera) delle Amministrative, tornare alla realtà di un partito insistentemente e costantemente abbracciato al PDL.
Buona anestesia Italia.





6 commenti:

  1. Andrea Cavicchi25 giugno 2013 13:51

    Ok, anch' io vorrei vedere un Pd che coglie la palla al balzo e fa cadere questo vomitevole governo... Pero` bisogna fare una riflessione: supponamo "per assurdo" che la pressione della finanza sul nostro debito abbia un' incidenza reale sulle tasche dei cittadini ( e che non sia solo una invezione/bufala come ho sentito sostere dai leader carismatici della scena politica italiana durante la campagna elettorale ), una crisi di governo ora non rischierebbe di innescare una nuova tempesta finanziaria allontanando di fatto ogni speranza di ripresa futura?? C' e` un indizio da tenere in considerazione: nell' ultimo mese i nostri rendimenti sono sensibilmente aumentati ( sul Btp decennale siamo passati da neanche il 4% al 4,8 % circa ) e le cause sono da ricercare nella congiuntura economica: le dichiarazioni del governatore della Fed, le rinnovate tensioni sul salvataggio greco, le nuove preoccupazioni legate alla Cina..... Di solito, poi, e` in estate che la speculazione finanziaria si scaglia sulle vittime preferite!
    In conclusione, penso che Silvio ci tenga tutti per le palle!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partendo dal presupposto che la "ripresa" non potrà esserci, mi trovo però piuttosto d'accordo!!!
      Una crisi di Governo scatenerebbe la speculazione dei mercati e questa volta potrebbe essere ancora più dannosa...
      Infatti sono sicuro che il Governo durerà ancora un po'...
      Il monito di Re Giorgio è piuttosto eloquente: il Governo deve rimanere unito!!!

      Elimina
  2. Il bello è che gli elettori PD e i tifosi della (non)sinistra italiana si divertono solo a scrivere su facebook barzellette e slogan su questo processo!
    Al loro posto, nei loro panni sarei veramente schifato, ma INTERDETTO e TETTE ANI hanno preso il soprassalto su tutto e invadono miglioni di utenti sparsi nel mondo...
    ...contenti loro, AVANTI DRITTO PER DRITTO!
    Disastro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti felicissimi, tutti che esultano, tutti al settimo cielo, tutti alleati con Silvio!!! Via le larghe intese!!! Olè!!!!!!

      Elimina
    2. Signor Cipillo cosa dovrebbero fare se non anche quello gli elettori di sinistra? ??!! Sono vent'anni che aspettano, mi sembra il minimo! Perché quelli di destra non godevano sull'affaire MPS? ?? Almeno sono coerenti, come pure gli altri quando l'avversario politico cade in disgrazia. Di cosa ci meravigliamo??? L'italiota è anche questo da sempre...io mi preoccupo solo dell'ignoranza ipocrita dilagante! MICIDIALE ARMA DI DISTRUZIONE DI MASSA

      Elimina
  3. ma tu guarda quanta cipria.. ci credo che la moglie l' ha lasciato.. gliela finiva tutta..

    RispondiElimina

I commenti non verranno moderati, mi affido esclusivamente alla Vostra educazione ed al Vostro buon senso.